Informalmente

4 settembre 2007 admin Associazioni, Giovani

Informalmente è un progetto per la promozione e l’empowerment dell’associazionismo che realizza attività di informazione (attività di front office e “guide”), formazione (workshop e seminari), networking (sviluppo e mantenimento di reti associative), comunicazione (newsletter) e progettazione partecipativa.
Fare un’associazione è abbastanza semplice e poco dispendioso, dunque particolarmente indicato per un gruppo di giovani che vogliano mettersi insieme per realizzare un’attività non-profit.
Negli ultimi anni, contemporaneamente alla crisi dei partiti di massa, si è assistito ad un progressivo aumento delle associazioni attive in tutto il paese. Alcune nascono per promuovere i diritti delle persone e trovare alternative concrete al sistema economico e culturale. Si moltiplicano così le organizzazioni che si occupano di servizi sociali, ma anche di cultura, ambiente, difesa dei diritti, e che sviluppano attività di altra economia, all’interno della quale il comportamento degli operatori economici mette al centro dell’azione i diritti degli uomini e del territorio.
Inoltre, grazie allo sviluppo di queste organizzazioni, moltissime persone hanno trovato un lavoro nelle “professioni del sociale” .
Esperienze associative di aggregazione giovanile e di cooperazione sociale sono sorte, dunque, anche come fenomeni di resistenza e proposta tanto sul terreno politico (richiesta di autogoverno e di democrazia), quanto sul terreno della difesa del salario e dell’occupazione.
Queste associazioni, grazie ad una dislocazione sul territorio mai standardizzata, contribuiscono alla costruzione di un “disegno” delle comunità locali e alla loro trasformazione in senso responsabile e partecipativo.
Dato il valore sociale ed “economico” del fenomeno, attraverso il progetto Informalmente, l’Assessorato alle Politiche Giovanili e alla Pace del Comune di Venezia e la Cooperativa Sociale Sumo hanno voluto, nei confronti delle associazioni, andare oltre la semplice garanzia del diritto all’esistenza e, piuttosto, sviluppare strumenti che ne promuovano la nascita, il consolidamento e lo sviluppo.
La fase sperimentale del progetto, attivate nel 2005, è stata conclusa nel 2007.

Couldn't resolve host 'urls.api.twitter.com'