Indagine “Giovani, partecipazione civica e nuovi media”

3 maggio 2010 admin Democrazia partecipativa, Giovani, Pubblicazioni

E’ in fase di conclusione la prima parte dell’indagine sul rapporto tra giovani, nuovi media e civismo.
L’indagine “Giovani, partecipazione civica e nuovi media” si pone l’obiettivo di divenire uno strumento d’analisi utile per i decisori politici e gli educatori che operano con i giovani che hanno la volontà di ricercare nuove forme di promozione della partecipazione giovanile in una comunità dove si fa un gran parlare di “declino della partecipazione” (Istituto IARD, “Rapporto Giovani”, 2007).
Attraverso un’indagine campionaria si vuole verificare se e quale relazione esiste tra giovani, partecipazione e nuovi media in termini di fonti informative, social networking e civismo.

A fini qualitativi, l’indagine si avvalerà di 2 strumenti di rilevazione:
Questionario strutturato
Somministrato, secondo un metodo di campionamento sotto descritto, alla popolazione studentesca degli istituti secondari di II grado del Comune di Venezia.
Lo stesso strumento, a fini di comparazione, sarà somministrato ad un sottocampione casuale di 30 studenti (scuole superiori) politicamente impegnati in movimenti politici ed associazioni del territorio.
Il questionario indaga le modalità e le finalità con cui i giovani utilizzano i nuovi media, nonchè l’interesse di questi verso usi informativi e partecipativi degli stessi.
Interviste qualitative
Allo scopo di integrare l’indagine con un’osservazione partecipante, volta a ridurre la distanza tra l’osservatore e l’oggetto dell’osservazione così da ricostruire dall’interno il fenomeno osservato, saranno realizzate n.5 interviste qualitative ad altrettanti giovani-adulti impegnati in differenti forme di partecipazione civica.

La popolazione di riferimento e il metodo di campionamento

Indagine campionaria diffusa
L’indagine assume come riferimento la popolazione studentesca delle scuole di istruzione secondaria di II° grado del Comune di Venezia. Tale universo consta di 29 scuole collocate a Venezia e Mestre e ripartire in 4 indirizzi (professionale; tecnico; classico, scientifico, magistrale; artistico)
(fonte: Ufficio Scolastico Provinciale di Venezia, Elenco Istituzioni Scolastiche, anno scolastico 2009/2010)
In tale contesto l’universo della popolazione studentesca è costituito da 618 classi (263 a Venezia; 355 a Mestre) e 13231 studenti, di cui 5520 a Venezia (42%) e 7711 (58%) a Mestre.
Di questi, 4782 (36%) sono iscritti ad Istituto di istruzione classica, scientifica e magistrale; 7078 (53%) ad Istituti tecnici e professionali; 1371 (11%) ad Istituti artistici.
(fonte:  Comune di Venezia, Servizio per la tutela dell’utente e del consumatore, anno scolastico 2006/2007)
Nell’individuazione degli alunni a cui somministrare lo strumento d’indagine, si è scelto di impiegare un metodo di campionamento casuale semplice che si fonda sul principio dell’equiprobabilità a priori di estrazione di tutte le unità statistiche appartenenti alla popolazione. In questo senso sono state individuate le classi di un intero ciclo formativo (I, II, III, IV, V) per ogni Istituto coinvolto.
Sul piano degli Alunni/Istituti, invece, si è deciso di stratificare il campione in virtù dell’universo di riferimento sia in termini di sede degli Istituti sia in termini di numerosità degli studenti per area formativa:
n.1 Istituto artistico a Venezia
n.1 Istituto classi, scientifico e magistrale a Venezia e n.1 a Mestre
n.1 Istituto tecnico a Venezia e n.2 a Mestre
n.1 Istituto professionale a Mestre
Complessivamente, quindi, il campione di riferimento è composto da 35 classi per complessivi (700, stimati) studenti, di cui n.400 (57%) Area tecnica e professionale, n.200 (29%) Area classica, scientifica e magistrale e n.100 (14%) Area artistica.
In termini di collocazione geografica, invece, gli studenti coinvolti nell’indagine sono n. 300 (43%) a Venezia e 400 (57%) a Mestre.

Couldn't resolve host 'urls.api.twitter.com'