Category: Democrazia partecipativa

Giovani Talenti: in arrivo i reportage dei partecipanti.

4 febbraio 2019 Sumo Appuntamenti, Blog, Democrazia partecipativa, Giovani, impresa, lavoro, News, Politiche Attive, Pubblicazioni, Scuola, Senza categoria

Il progetto

Qualche mese fa vi abbiamo annunciato l’avvio del progetto “Giovani Talenti: dalla tradizione all’innovazione”, promosso da Sumo SCS insieme a CNA di Venezia, oltre a 30 piccole imprese artigiane, Scuole superiori e delle Università̀ del territorio.
L’iniziativa è stata finanziata nell’ambito dei Piani di intervento in materia di politiche giovanili  DGR 1392 del 29/08/2017 promossi dalla Regione Veneto,  Direzione Servizi Sociali – Unità famiglia, minori, giovani e servizio civile, ed è stata realizzata grazie alla guida del Comune di Venezia, Direzione Sviluppo, Promozione della Città e Tutela delle tradizioni, Settore Cultura.


Il progetto si proponeva propone di offrire ai ragazzi del territorio una serie di occasioni di incontro con la tradizione imprenditoriale e artigiana locale e a raccontarla sperimentandosi in qualità di narratori digitali. L’occasione proposta è quella di uno sviluppo di competenze trasversali utili all’accusabilità di adolescenti e
 studenti, di una promozione l’autoimprenditorialità a sostegno dell’innovazione artigiana del territorio.

Tutto ciò in un contesto che vede il settore artigiano lamentare scarsa attrattiva verso i giovani e difficoltà di ricambio generazionale. Sempre più imprenditori del comparto, al momento del ritiro, sono costretti a cessare la propria attività per mancanza di successori, all’interno e all’esterno della linea familiare.
Contemporaneamente migliaia di giovani lamentano la difficoltà di trovare un lavoro e la poca coerenza dei percorsi di alternanza scuola lavoro. Si tratta di un grave mismatch che scontenta tutti: le imprese perché non trovano canali di reclutamento e formazione adeguati; i giovani esattamente per lo stesso motivo; le famiglie perché si trovano a dover fare da ammortizzatore sociale; le istituzioni locali perché vedono aumentare la spesa in servizi per il lavoro.

Com’è andata?

Dopo aver selezionato i 20 giovani che hanno preso parte al progetto, abbiamo organizzato un corso di formazione in pillole sui temi del giornalismo digitale, sulla conoscenza delle piattaforme che permettono di condividere testi online, sull’utilizzo di alcuni programmi gratuiti di fotoritocco e sull’utilizzo dei social network da un punto di vista professionale/aziendale e non di svago.
Il corso si è svolto all’interno del Centro Civico del Parco Albanese Bissuola all’interno dell’aula internet; l’esperienza è stata un’occasione per animare i luoghi del Centro Civico e del Parco.

Conclusa la parte teorica, i ragazzi hanno formato delle coppie e a ciascuna è stato affidato il compito di visitare e raccontare una delle dieci aziende artigiane coinvolte nel progetto.
Gli artigiani che hanno dato ben volentieri la loro adesione sono stati;
Roberto Patrizio per l’arte dei pavimenti alla veneziana, le maschere Kartaruga di Francesca Ceccamore, Ca’ Macana e Peter Pan, Pasquale Ferrari ultimo organaro di Venezia, Shylock riproduzioni digitali all’interno della Biblioteca Marciana, Spazio Legno, il mastro vetraio Lorenzo Ferro, la bigiotteria in vetro di Cristina Biancardi e il remer Saverio Pastor.
Durante le visite, della durata di circa un’ora, i giovani hanno avuto l’occasione di scoprire cosa si nasconde dietro ad un prodotto artigiano, hanno toccato con mano i materiali da cui si originano le opere dei maestri veneziani, hanno ricevuto spiegazioni in merito alle storiche tecniche e agli strumenti utilizzati durante il lavoro e sono venuti a conoscenza delle storie personali e professionali degli artigiani e delle loro famiglie che da tempo portano avanti il mestiere artigiano.
Oltre all’intervista, sono state scattate numerose foto che accompagneranno gli articoli. I ragazzi hanno dimostrato grande interesse verso il mondo dell’artigianato e si sono detti entusiasti dell’esperienza.

E ora?

In questo momento i ragazzi sono al lavoro con i loro appunti, le prime bozze, gli scatti di prova; stanno curando la redazione dei loro articoli che ci faranno conoscere il mondo dell’artigianato veneziano dal punto di vista dei ragazzi.
Nelle prossime settimane il lavoro dei ragazzi verrà pubblicato nella sezione blog del sito sumonline.it e da qui sarà condiviso sui canali web e social di numerosi enti, istituzioni, aziende che hanno contribuito a rendere possibile la realizzazione di questo progetto.

Stay tuned!

senza-titolo

Al via al progetto MIND THE GAP – Giovani e Occupabilità

17 dicembre 2018 Sumo Appuntamenti, Democrazia partecipativa, Fragilità, Giovani, lavoro, News, Politiche Attive, Scuola, Senza categoria

Al via al progetto Mind The Gap – Ocio al passo!
Giovani e Occupabilità

Il progetto, promosso dal Comune di Venezia e gestito dalle cooperative sociali Coges e SUMO, vuole offrire un supporto a tutti i ​giovani dai 16 ai 22 anni ​​che non studiano e non lavorano o che stanno affrontando un primo fallimento o delle difficoltà nel loro percorso scolastico, universitario e/o lavorativo.

Si mira a tradurre l’eventuale ostacolo già incontrato in una tappa del percorso del giovane, trasformandolo in punto di ripartenza. Una cronicizzazione di questi ragazzi nello smarrimento e nel fallimento, ridurrebbe infatti le possibilità di intervento, trasformando un ostacolo (episodio) in uno status (costanza).
L’intento è quello di rispondere alle difficoltà dei giovani nel sostenere il percorso che conduce all’obiettivo prefissato, aiutandoli a individuare un progetto personale di vita oltre che professionale, e stimolandoli nel diventare protagonisti del proprio percorso e contribuire attivamente alla vita cittadina.

Il progetto prevede l’avvio di un dispositivo di intervento nel quale è assicurata la presenza di un esperto ​Case Manager ​​che ha il compito di accogliere e prendere in carico i bisogni orientativi, formativi, consulenziali ed esperienziali del giovane.
Accedendo a questo dispositivo il giovane può usufruire di un pacchetto di tre colloqui finalizzati all’analisi del bisogno e ad un primo orientamento.

A seguito dei colloqui, a seconda dell’esigenza e del bisogno raccolto, il ragazzo può essere indirizzato verso un’esperienza formativa, un’esperienza di stage o un percorso consulenziale mirato alla ricerca attiva di un lavoro, al bilancio di competenze o alla definizione di un progetto professionale a partire dalla scelta scolastica, universitaria o lavorativa.

E’ possibile accedere gratuitamente al dispositivo di intervento previo appuntamento.
Per informazioni sul progetto: ​​Coges don Lorenzo Milani, Viale San Marco, 172 – Mestre (VE) Mail: giovani@cogesdonmilani.it ​Infoline: 338 88 000 69 – 041
5316403 int. 2
Per iscrizioni e appuntamenti​​: mindthegap.ve@gmail.com ​tel. 3388800069 – 041 5316403 int. 2

mind-the-gap-giornale

AICT 2018 – Attivamente Inclusi Con il Territorio

29 ottobre 2018 Sumo corsi, Democrazia partecipativa, Fragilità, lavoro, News, Politiche Attive, Senza categoria

In via di approvazione il nuovo progetto AICT 2018 – DGR 985/2018 –
(La realizzazione delle attività sarà subordinata all’approvazione del progetto stesso da parte dell’Amministrazione regionale.)

Con un insieme integrato di azioni, completamente gratuite per i destinatari, il progetto si propone di favorire il reinserimento sociale e lavorativo di persone disoccupate, attraverso l’offerta di interventi di politica attiva del lavoro (formazione, tirocini, supporto all’inserimento lavorativo), incentivi all’assunzione e interventi di consulenza alle imprese soggette agli obblighi previsti per il collocamento di lavoratori disabili L.68/99.

Se si possiedono i requisiti è già possibile manifestare il proprio interesse a partecipare.

DESTINATARI
Il progetto è rivolto a 253 persone della Provincia di Venezia, disoccupate beneficiarie e non di prestazioni di sostegno al reddito a qualsiasi titolo, e che siano a rischio di esclusione sociale e povertà in quanto:
• disoccupati da almeno 6 mesi o senza un impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi;
• svantaggiati ai sensi dell’articolo 4 comma 1 della legge 381/1991 e s.m.i;
• iscritti alle liste del collocamento mirato (L.68/99);
• soggetti appartenenti a famiglie senza reddito e ISEE ≤ 20.000 euro;
• soggetti appartenenti a famiglie monoparentali con figli a carico o monoreddito con figli a carico e ISEE ≤ 20.000 euro.
Sarà data priorità alle persone che:
• hanno superato i 50 anni di età
• hanno una disoccupazione di lunga durata (ovvero maggiore di 12 mesi)
• appartengono a nuclei familiari percettori di REI e con cui il CPI ha definito l’apposito Patto di Servizio Personalizzato

DOMANDA DI AMMISSIONE:
Per partecipare alle selezioni inviare la domanda di partecipazione (SCARICA LA DOMANDA QUI) debitamente firmata e compilata in ogni suo campo via mail all’indirizzo lavoroformazione@cogesdonmilani.it oppure a mezzo fax allo 041-5322415 oppure a mano presso gli Uffici di Co.Ge.S. don Lorenzo Milani in Viale San Marco 172 Mestre dal lun al ven dalle 09.00 alle 17.00 allegando, pena esclusione:
– Curriculum vitae aggiornato con foto e autorizzazione al trattamento dei dati personali
– Copia di un documento di identità in corso di validità (e dell’eventuale permesso di soggiorno) e del codice fiscale
– Copia del codice fiscale
– Dichiarazione di immediata disponibilità allo svolgimento di attività lavorativa e alla partecipazione alle misure di politica attiva del lavoro rilasciata dal Centro per l’Impiego
– Eventuale documentazione proveniente dalla pubblica amministrazione attestante lo stato di svantaggio ai sensi dell’articolo 4 comma 1 della legge 381/1991 e s.m.i
– Eventuale documentazione attestante l’iscrizione alle liste del collocamento mirato l. 68/99 e relativa documentazione (verbale di invalidità e relazione conclusiva)
– Eventuale certificazione ISEE ≤ 20.000 euro ed eventuale certificazione ISEE dei nuclei familiari con componenti con disabilità
– Eventuale Patto di Servizio Personalizzato REI sottoscritto con il Centro per l’impiego

INDENNITA’ DI PARTECIPAZIONE:
Per i destinatari che non percepiscono alcun sostegno al reddito, è prevista l’erogazione di:
– una borsa di tirocinio pari a 600,00 € lordi/mese (riconosciuta nel caso in cui il tirocinante sia presente in azienda per almeno il 70% del monte ore totale previsto)
– un’indennità di partecipazione per le attività di formazione, il cui valore orario è pari a 3 €/ ora (o 6 €/ora nel caso in cui il destinatario presenti una attestazione ISEE ≤ 20.000 euro)
L’indennità di partecipazione è da intendersi per ora di effettiva presenza ed è riconoscibile solo nel caso in cui il partecipante sia presente per almeno il 70% delle ore di formazione totali previste.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI GUARDA LA LOCANDINA COMPLETA DEL PROGETTO
locandina-aict-2018

 

L’informagiovani cerca 5 partecipanti per scambio giovanile interculturale sulla cucina a Belluno!

5 settembre 2014 admin Appuntamenti, Democrazia partecipativa, Giovani, Servizio Volontario Europeo

Sei un giovane tra i 18 e i 25 anni? Sei appassionato7a di cucina e ti piacerebbe confrontarti con coetanei da tutta Europa sul tema del cibo e dell’intercultura? Allora partecipa allo scambio giovanile residenziale “Guess Who’s Coming to Dinner” che si terrà a Belluno dal 3 al 13 ottobre 2014 in provincia di Belluno sul Nevegal.
Lo scambio organizzato dall’Informagiovani in collaborazione con la Cooperativa Sumo è un’azione prevista dalla Ka1 del nuovo programma Erasmus +.
Per 10 giorni 36 ragazzi/e italiani, belgi, spagnoli, portoghesi, romeni e greci condivideranno una cucina, sfide e laboratori per dialogare assieme sulle differenze culturali e conoscersi reciprocamente.
Non perdere questa occasione, puoi essere uno di loro!
Vitto e alloggio sono completamente spesati e alla fine dell’espereinza vi verrà rilasciato lo Youthpass, una certificazione dell’esperienza da allegare al vostro cv!
Allora vi abbiamo convinto?
Per ultriori informazioni o per inviare la vostra candidatura (lettera motivazionale) conttateci a: amministrazione@sumonline.it
t. 0415346268 (Sara)
Verrete poi contattati per un breve colloquio conoscitivo.

Don’t Stay aPart, scambio giovanile a Revine Lago – 5 posti liberi!

11 marzo 2014 admin Appuntamenti, Democrazia partecipativa, Giovani

Cosa: workshop d’arte contemporanea
Dove: Revine Lago (TV) Italia
Quando: 23 Aprile – 6 Maggio 2014
Chi: giovani artisti e creativi dai 18 ai 25 anni da Bosnia, Montenegro, Germania, Spagna, Italia
Deadline iscrizioni: 20 marzo 2014

Partecipanti
Sumo società cooperativa sociale e Informagiovani del Comune di Venezia stanno cercando 5 partecipanti fortemente motivati​​ a partecipare ad uno scambio giovanile a Revine Lago, piccolo paese vicino a Venezia. I partecipanti saranno 30 divisi in 5 gruppi, ciascun gruppo composto da 5 membri + 1 leader, provenienti dai cinque paesi selezionati: Italia, Serbia, Montenegro, Germania e Spagna.
I partecipanti devono essere giovani artisti e creativi dai 18 fino ai 30 anni di età: attori, musicisti, video-maker, danzatori, … Devono essere aperti e pronti a condividere l’esperienza di scambio e a incontrare nuove culture e abitudini.

Contenuto
L’attività avrà inizio il 23 aprile (giorno di arrivo) e si concluderà il 6 maggio (giorno di partenza), e il tema principale sarà l’arte pubblica come un processo partecipativo. Partendo da uno studio del tessuto urbano e le abitudini delle persone che lo abitano, i partecipanti potranno collaborare per realizzare dei progetti (installazioni, performances, eventi,…) che verranno presentati in una mostra alla fine dell’esperienza.

Come e dove
Attività quotidiane comprenderanno la partecipazione attiva al workshop e agli incontri. Tutti i giovani partecipanti saranno ospitati in Lago e condivideranno l’alloggio, una grande casa con camere in comune, e anche le attività di gestione saranno condivise (come la cucina e la pulizia). I partecipanti potranno anche partecipare ad eventi culturali di Revine Lago, una buona occasione per prendere parte ad una esperienza interculturale.

Risultati
Ci possono essere diversi tipi di progetti: performance, video, installazioni, eventi, proiezioni, dipinti, ecc .. Questi risultati saranno pensati e creati per essere esposti nel contesto urbano di Revine Lago e che contribuiranno a coinvolgere i cittadini, a ripensare gli spazi pubblici come bene comune da ri-appropriarsi.

Costo e finanziamento
Il 70% del costo del viaggio sarà rimborsato ai partecipanti, vitto e alloggio saranno totalmente coperti dall’organizzazione ospitante. Ogni partecipante pagherà il 30% del costo del viaggio.

Come partecipare
Manda il tuo Curriculum Vitae e la lettera di motivazione prima del 20 Marzo a: info@lagofest.org

Questo progetto è promosso da SUMO e supportato dall’Azione 3.1 dal Programma Gioventù in Azione – Comunità Europea. E’ organizzato grazie al prezioso supporto di Lago Film Festival

I(‘)mpossible – Nothing is Impossible, the word itself says I’m possible

12 febbraio 2014 admin Democrazia partecipativa, Diritti e ambiente, Scuola

Il progetto, presentato da Sumo con un ampio partenariato regionale, è stato ammesso al finenziamento regionale Promozione dei Diritti Umani anno 2013.
I giovani e giovanissimi cittadini europei hanno quanto mai bisogno di acquisire la consapevolezza di potercela fare, di poter partecipare, di avere il diritto di sognare, di potersi costruire il loro stesso futuro,… il diritto di essere considerati cittadini! Questo il tema centrale sul quale insisterà il progetto: la cittadinanza attiva, fin dalle giovanissime generazioni, come driver di uno sviluppo sostenibile. Nel 2014, anno delle Elezioni Europee, intendiamo coinvolgere bambini, giovani e figure adulte di riferimento delle province di Venezia, Treviso e Belluno in un programma di attività che promuoveranno la loro partecipazione attiva sui temi dello sviluppo sostenibile, attraverso gli strumenti e le conoscenze dei diritti del Cittadino dell’Unione, a partire dal diritto a partecipare:

Riunione Conclusiava della “Consulta delle Bambine e dei Bambini, delle Ragazze e dei Ragazzi”

10 maggio 2012 admin Democrazia partecipativa, Diritti e ambiente, Scuola

Mercoledì 30 maggio, alle ore 9, al Municipio di Mestre si svolgerà l’ultima seduta plenaria della “Consulta dei bambini e delle bambine, dei ragazzi e delle ragazze”.

A partire dalle ore 10.45, l’assessore comunale alle Politiche Educative, Andrea Ferrazzi, dialogherà con gli studenti delle scuole territoriali. Nel corso dell’incontro, condotto dai due neoeletti presidenti, Alessia Finotello e Nicolò Todini, verranno presentati i progetti dei gruppi territoriali; a seguire dibattito, votazione e proclamazione del progetto migliore.



“La Consulta è una delle iniziative più stimolanti tra le molte che abbiamo attivato – ha dichiarato Ferrazzi. Non vogliamo certo far crescere dei ‘mini adulti’ che giocano a fare i grandi. Desideriamo, viceversa, aiutare le nostre bambine e i nostri bambini a vivere pienamente la bellezza della loro età, coscienti che i diritti dei fanciulli stanno alla base dei diritti di tutti. In effetti, solo un società che cura i bambini è una società che ha cura di se stessa.”

Il 21 marzo inizia il progetto “C’era una svolta…” a Pordenone

13 marzo 2012 admin Democrazia partecipativa, Diritti e ambiente, Fragilità Tag:, , ,

Il Laboratorio del 21 marzo sarà la giornata di presentazione, racconto, condivisione e promozione del progetto “C’era una svolta…”. sarà solo il primo di una serie di spazi di lavoro e apprendimento collettivo.

“C’era una svolta…” è un progetto che:
• risponde alla crisi (reddito, occupazione, servizi,…) attraverso il coinvolgimento attivo dei cittadini in un processo di cambiamento: cambia l’idea del modello welfare che diventa promozionale e non più assistenziale;
• intende rispondere in modo reale e concreto ai bisogni dei cittadini coinvolti, motivandoli a trovare le soluzioni e ad attivarsi in prima persona per realizzarle;
• fonde:
lavoro di comunità (mutuosoccorso, relazioni, impegno sociale)
politiche attive del lavoro (empowerment, formazione, aggiornamento)
start-up d’impresa (spirito d’iniziativa, voglia di fare, abilità organizzative)

“C’era una svolta…” si rivolge in via prioritaria agli abitanti di via Pontinia ma è aperto ai contributi e alla partecipazione di tutta la cittadinanza.

Operativamente saranno costruiti percorsi, servizi ed economie su quattro settori merceologici, scelti sulla base di temi che negli anni sono emersi dal territorio e dalla comunità:
• servizi aggregativi, culturali ed educativi
• corsi, eventi e manifestazioni sportive
• produzione, commercializzazione e acquisto di beni di consumo
• artigianato del recupero, del riuso e del riciclo

Per info e approfondimenti: http://ceraunasvolta.tumblr.com

Call Villa Franchin

3 novembre 2011 admin Democrazia partecipativa, Giovani

Call Villa Franchin invita le associazioni e i gruppi informali di giovani a presentare idee per realizzare eventi, iniziative e laboratori all’interno degli spazi di VIlla Franchin. Le proposte dovranno essere composte da una parte laboratoriale (da realizzare tra gennaio 2012 e aprile 2012) e da una parte performativa (da realizzare tra aprile 2012 a ottobre 2012 ).

Possono presentare proposte:
– associazioni animate in maggioranza da giovani di età compresa tra i 16 e i 29 anni
– gruppi informali composti da almeno tre giovani di età  compresa tra i 16 e i 29 anni (di cui almeno un maggiorenne)

I progetti devono essere composti da due parti:
– la prima dedicata alla realizzazione di laboratori volti a promuovere la conoscenza o la scoperta di attività  culturali, artistiche, sociali o di promozione della cittadinanza attiva;
– la seconda dedicata alla realizzazione di eventi culturali o perfomance artistiche

Saranno selezionati le sette migliori proposte che riceveranno un contributo di 600€ e dovranno essere realizzate tra gennaio 2012 e ottobre 2012. I progetti devono essere inviati via mail a laboratoriovilla@comune.venezia,it entro e non oltre le ore 12 di sabato 17 dicembre 2011.
Per informazioni e modulistica www.incubox.it

Commenti recenti

    Archivi

    Privacy policy e cookie policy

    CONTATTI

    Sumo Società Cooperativa Sociale
    Sede legale: Via Milano, 50 30172 Mestre
    Sede operativa: Via Altobello, 7 30172 Mestre
    Sede accreditata per i Servizi al Lavoro in viale S. Marco n. 172, 30173 Mestre (Ve) presso Coges Don Lorenzo Milani Società Cooperativa Sociale
    Pec: sumocoop@pec.it
    Iscritta al Registro Imprese della CCIAA di Venezia Rovigo Delta Lagunare
    REA VE-315212
    P.IVA 03523900276
    Email: amministrazione@sumonline.it